universobet.com

Le regole del buon scommettitore

Esistono delle leggi fondamentali per scommettere, ma purtroppo bisogna sempre impararle da soli…   Non si possono evitare, ma fanno parte dell’educazione obbligatoria dello scommettitore.

Di seguito elenchiamo gli errori più comuni che portano alla perdita del capitale da investire nelle scommesse:

1 – Non giocare tutto il capitale in un colpo solo

Il modo migliore di rischiare tutto il nostro capitale è quello di scommetterlo in una sola volta.

Al contrario, il miglior modo per essere sicuri di non perdere tutto il capitale è di non scommetterlo in un colpo solo.

Questo tipo di comportamento si verifica spesso dopo una serie di perdite che ci sconfortano, è un comportamento naturale, ma noi ci dobbiamo chiedere:

Vale la pena rischiare di perdere tutto il capitale in una scommessa?

2 – Non giocare una somma troppo alta ad ogni scommessa

Questi due errori sono strettamente legati, con il primo che provoca spesso il secondo.

Se ogni volta scommetti una percentuale troppo importante del tuo capitale e ti capitano una serie di risultati negativi fai ancora l’errore numero 1.

3 – La valutazione delle quote “ BASSA”

Se la quota associata alla squadra X è bassa, ciò significa che è favoritissima. Basta quindi puntare su di essa per ottenere una vincita sicura, per quanto bassa. Quanti hanno fatto questo tipo di ragionamento e quanti si sono resi conto di essersi sbagliati! Ecco i tre fattori che li hanno fatti tornare con i piedi per terra:

  1. Ammettiamo che una squadra abbia il 95% delle probabilità di vincere. Sappi però che il caso non ne tiene conto. Se ha voglia di privilegiare il 5% di probabilità rimanente e, per esempio, far pareggiare la squadra avversaria all’ultimo minuto di recupero, lo farà senza problemi. In altri termini, nessun risultato è sicuro al 100%.
  2. Il sito di scommesse potrebbe benissimo sbagliarsi e aver associato alla squadra X una quota troppa bassa rispetto a quella che in realtà meriterebbe. È per questo che una quota non deve essere mai intesa come un’indicazione.
  3. Una quota di 1.01 significa che, per un euro scommesso, si guadagna 1 centesimo. Per realizzare un profitto reale, sarai tentato di commettere l’errore 2, che a sua volta porta all’errore 1.

4 – La valutazione delle quote “ ALTA”

“Chissà cosa può succedere…e poi la quota è così bella”. Spiacenti ma la cosa non funziona neanche in questo modo. Infatti la maggior parte della quote alte si rivelano perdenti, in definitiva, ed è una conseguenza logica. Di quote interessanti ne esistono certamente, ma conviene basarsi su un’analisi seria e elaborata, e non sul caso, per trovarle.

5 – Lunedì

In questo giorno, molti scommettitori cercano di recuperare le perdite del fine settimana scommettendo su campionati poco conosciuti (visto che non ci sono tante partite su cui puntare) errore…

Ricordati che le scommesse sono un gioco, ma anche una filosofia di pensiero, e come tale bisogna ragionarci, seguire i campionati e verificare le statistiche, la riflessione e tutti quei fattori che permettono di fare la differenza tra una buona e una cattiva scommessa…

6- Morale

La scommessa è un divertimento, allora dilettiamoci a vincere e impariamo a gioire perdendo…